img1

NELLA CASA DI SIMONE

Gesù esce dalla Sinagoga di Cafarnao ed entra nella casa di Simon Pietro. 

Esce, per indicarci un tragitto. Già l'essere uscito da Nazareth è un messaggio. Ora ce ne regala un altro. La chiesa non basta. Occorre uscire da essa, per entrare nelle case della gente, lasciare il culto per la carità. L'insegnamento si fa ora servizio.

La casa dove Gesù si reca, di certo per amicizia leale verso  Simone è una casa segnata dalla sofferenza, perchè vi è una donna ammalata, a letto, con la febbre. Una febbre fastidiosa e pericolosa. Subito i familiari pregano ed intercedono per lei, parlandone a Gesù, che ascolta la loro supplica...

E si piega su quella donna: un gesto preciso, chiaro, da vero amico. Il piegarsi sul dolore in solidarietà diretta fa di Gesù il modello di ogni prete, di ogni cristiano, l'icona vivente per i ministri straordinari della comunione e delle Caritas, lo stile della stessa Chiesa, invitata ad entrare nelle case, ascoltare il grido di dolore, piegarsi sull'ammalato, intervenire con efficacia. 

E' lo stile di ogni volontario, espresso con parole semplici e segni chiari. 

(Estratti dal libro: "I colori di Luca" di S.E. Gian Carlo Maria Bregantini).